BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

È morto

PHILIP SEYMOUR HOFFMAN/ Trovato morto in casa a New York con una siringa nel braccio

E' morto Philip Seymour Hoffman. La notizia dilaga come un incendio, diffusa dal Wall Street Journal che riferisce che il corpo dell'attore è stato trovato con una siringa nel braccio

Philip Seymour HoffmanPhilip Seymour Hoffman

Sembra ormai certo che l'attore Philip Seymor Hoffman sia morto per overdose. Il Wall Street Journal e il New York Daily News hanno riferito che la polizia ha trovato alle 11.15 (le 17.15 Italia) il corpo dell’attore steso sul pavimento nel bagno con l’ago di una siringa nel braccio. Vicino al cadavere buste di eroina. L'attore premio Oscar nel 2005 – per la sua magistrale interpretazione di Truman Capote nel film “Truman Capote - A sangue freddo” - aveva già avuto in passato problemi di droga. Il sito Tmz ricorda che, dopo aver superato le sue dipendenze in gioventù, era da 23 anni che non assumeva stupefacenti. Ma lo scorso anno era ricaduto nel tunnel della droga e a maggio 2013 si era ricoverato in un centro di riabilitazione per abuso di eroina. Hoffman lascia tre figli e molti progetti in sospeso. Tra questi un film da regista, “Ezekiel Moss”, con una sceneggiatura molto simile alla sua autobiografia. 

E' morto Philip Seymour Hoffman. La notizia dilaga come un incendio, diffusa dal Wall Street Journal che riferisce - citando fonti investigative - che il corpo dell'attore è stato trovato senza vita nel suo appartamento di New York. Attualmente le indagini sulla causa del decesso sono ancora in corso, ma voci insistenti parlano della possibilità di una overdose (non è chiaro se di droga o di farmaci). Philip Seymour Hoffman, 46 anni di età, è stato trovato morto al 35 di Bethune Street nei dintorni di Manhattan. Aveva vinto il premio di miglior attore dell'Academy degli Oscar per il film "Capote" nel 2005, il camaleontico attore statunitense stava per fare il suo ritorno sulle scene, anzi, dietro la macchina da presa per lavorare come regista a "Jack Gose Boating", film con protagonisti Jake Gyllenhaal e Amy Adamas. Due attori di caratura assoluta in una storia davvero intrigante e di cui ancora c'era molto da definire. In una recente intervista a un quotidiano italiano Philip Seymour Hoffman aveva parlato anche della felicità, giocando sul nome di uno show per il piccolo schermo di cui si stava occupando. "Crede nella felicità?", la domanda. La risposta, un semplice sorriso.

© Riproduzione Riservata.