BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

RUPERT LOEWENSTEIN/ E' morto il banchiere che fece ricchi i Rolling Stones

E' morto il banchiere austriaco che si occupò degli affari economici dei Rolling Stones facendoli diventare tra le persone più ricche del pianeta, ecco chi era

Il principe Rupert Loewenstein Il principe Rupert Loewenstein

Che ci faceva il figlio del principe Leopoldo di Salisburgo insieme ai Rolling Stones? Semplice: li ha fatti diventare tra le persone più ricche del mondo. Il principe Rupert Loewenstein (nome completo, lunghissimo, Rupert Louis Ferdinand Frederick Constantine Lofredo Leopold Herbert Maximilian Hubert John Henry zu Loewenstein-Wertheim-Freudenberg) è morto ieri all'età di 80 anni. Un noto bachiere di livello internazionale, alla fine degli anni sessanta prese in mano la cura degli affari di Mick Jagger e soci che erano stati letteralmente derubati dal loro precedente manager, il controverso Allen Klein. Rupert, distintissimo gentiluomo dell'alta società, non apprezzava minimamente la musica rock, ma fiutò l'affare. Con grande acutezza si occupò dei loro ingenti incassi discografici e concertistici facendo prosperare la loro fortuna economica. Tra le sue tante manovre, aver consigliato agli Stones nei primi anni 70 di trasferirsi in Francia per sfuggire l'esoso fisco inglese. Il suo soprannome era significativo: il calcolatore umano. Dal 2007 aveva smesso di occuparsi dei loro affari. Profondamente religioso, era un sostenitore della liturgia tridentina, e due dei suoi tre figli sono diventati preti.

© Riproduzione Riservata.