BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SCIOPERO/ A Milano e Roma partiti i cortei della Cgil

È partito alle 09:45 il corteo della Cgil da Palestro, nato nell'ambito dello sciopero generale indetto dalla sigla sindacale. I lavoratori, insieme ad alcuni rappresentanti politici e a un gruppo di genitori e insegnanti di Rete scuole, stanno sfilando lungo corso Venezia dietro allo striscione della Camera del Lavoro metropolitana di Milano

Cgil_ManifestazioneR375_12dic08.jpg (Foto)

È partito alle 09:45 il corteo della Cgil da Palestro, nato nell'ambito dello sciopero generale indetto dalla sigla sindacale. I lavoratori, insieme ad alcuni rappresentanti politici e a un gruppo di genitori e insegnanti di Rete scuole, stanno sfilando lungo corso Venezia dietro allo striscione della Camera del Lavoro metropolitana di Milano.

A Roma è partito da piazza Santa Croce in Gerusalemme il corteo della Cgil. Alla testa del corteo, che sta attraversando via Carlo Felice in direzione di piazza San Giovanni e che passerà per via Emanuele Filiberto, via Labicana e viale Manzoni diretto a via San Gregorio, accanto al Colosseo, c'é un furgone della Fiom.
 

Molte comunque le voci critiche nei confronti della decisione della Cgil. Oltre al no di Bonanni, ribadito oggi su ilsussidiario.net, si aggiunge la voce del segretario generale dell'Ugl, Renata Polverini, in un editoriale pubblicato dal Secolo d'Italia: «Oggi si consumerà lo sciopero più anacronistico del dopoguerra con un corollario di manifestazioni la cui utilità marginale, per buona parte della sinistra, sembra essere soprattutto quella di risolvere il famoso quesito proposto da Nanni Moretti: mi si nota di più se ci vado o se non ci vado?». Per dare risposte alla crisi per Polverini «occorre il dialogo, serio e costruttivo, tra le parti sociali: non servono sindacati miopi, né ministri presbiti». In un'intervista con “il Tempo” Polverini definisce «apprezzabile il senso di responsabilità dimostrato dalla Cgil» per avere sospeso lo sciopero dei trasporti a Roma, considerato il maltempo. Ma aggiunge: «Ho visto in giro poca convinzione da parte dei lavoratori che aderiranno all'agitazione».

© Riproduzione Riservata.