BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

TEMPI/ Amicone: lo sapevate? Sono marxista-leninista perchè difendo la famiglia “tradizionale”

Nel dibattito sulla famiglia se ne sentono di tutte: viva la secolarizzazione, che manda in soffitta la vecchia famiglia contenitore e apre alla famiglia fondata, finalmente, sui sentimenti. Che poi la famiglia disgregata produca solitudine, non senso e povertà poco importa. Anzi: marxista-leninista chi la difende…

bimbisoliR375_08ott09.jpg(Foto)

Premesso che, sia nella versione di rassegna stampa-dibattito mattutino, sia in quella di approfondimento tematico, la trasmissione Omnibus di La7 ha il pregio di volare alto e di lasciar correre la conversazione tra gli ospiti, vi racconto cosa è successo a Omnibus Life, venerdì 9 ottobre, nella conversazione condotta dalla bella e simpatica Tiziana Panella, tra il mitico Enrico Vaime, la pasionaria dell’orgoglio gay e deputata Pd Paola Concia, la star degli avvocati matrimonialisti e prestigiosa firma del Giornale di Vittorio Feltri Anna Maria Bernardini de Pace. E il sottoscritto.

Tema della puntata: “la famiglia allargata”. Spunto della conversazione, la recente constatazione di Benedetto XVI sul fatto che - riporto la forma brachilogica diffusa dalle agenzie del discorso papale, fatta propria dalla conduttrice per avviare la discussione sul tema - «la famiglia allargata rovina i figli» e i «bambini vittime del malessere e dell’abbandono, si sentono orfani perché hanno troppi genitori».

Sulla torta papale Tiziana Panella mette la ciliegina di un commento di Michele Serra, molto caustico nei confronti del papa e, naturalmente, all’insegna di un mondo finalmente liberato da questi richiami moralistici. “Che ne pensate di queste visioni contrapposte?” Parte la discussione. Per parte mia mi limito a confermare l’osservazione del papa. Sostenendo che uno può pensarla come vuole, ma è un fatto assodato che i dati raccolti da sociologi, economisti e, per esempio, la freschissima ricerca della Fondazione per la Sussidiarietà e del Banco Alimentare, dimostrano che cosiddette “famiglie allargate”, separazioni e divorzi non aumentano la salute e il benessere delle persone e della società, ma le peggiorano. Indi per cui, non si dovrebbe idealizzare (né, tantomeno, tifare) per la secolarizzazione che moltiplica le famiglie atomizzate e disgregate, non perché lo dice il papa, ma perché è un fatto che tale fenomeno produce dissesto psicologico ed economico, solitudine e povertà.


COMMENTI
13/10/2009 - Sei un "vetero-comunista"...! (Francesco Giuseppe Pianori)

Historia magistra vitae e così anche Repubblica ricorda "Quando i comunisti dicevano: Fate come Maria Goretti" (http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2000/07/04/quando-comunisti-dicevano-fate-come-maria-goretti.html) Conosciamo altresì come i comunisti fossero avvezzi al bis-pensiero (vedi G. Orwell, 1984) Ora si può tranquillamente gettare la maschera e appare sempre più chiaro che dietro ogni ideologia c'è il misconoscimento della realtà. Che strano! Oggi un Papa, un cattolico, devono dimostrare come si è veramente laici. Eterogenesi dei fini!

 
12/10/2009 - dibattiti televisivi 2 (roda' claudio)

e che dovrebbe fare il cattolico ? stare nel suo guscio a compiacersi ? Amicone è preparato e sa a cosa va incontro e a chi. A casa mia la chiamano testimonianza. La cosa ridicola è che al giorno d'oggi si viene sbeffeggiati dagli intelligenti che non guardano la realtà , in questo caso famiglia = padre,madre, figli, ma considerano solo quello che fa più comodo a loro e pretendono che vada bene per tutti.famiglia allargata ? in India si sposano coi serpenti.....ciao zio cobra come sono contento di vederti !.....ma fatemi il piacere !!!!! Bravo Amicone.

 
12/10/2009 - dibattiti televisivi (GIOVANNI PIERONI)

Mi chiedo quanto sia utile per un cattolico che ritiene importante dare ascolto al magistero della Chiesa partecipare a trasmissioni televisive. Ciò a mio avviso non apporta alcun contributo ai fini della conoscenza della realtà ma invece si risolve solo in un tiro al bersaglio agli insegnamenti cattolici. Gianni

 
10/10/2009 - Viva la famiglia "marxista-leninista" alla Peppone (Daniel Mansour)

Dicono che in Italia non c'è più il comunismo. Infatti è stato sostituito dal borghesismo radical-chic. Aridateme Peppone comunista con il suo forte attaccamento alla terra.(famiglia, figli e lavoro)