BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

SCIOPERO AEREI E TRENI/ 23 ottobre 2009 “effetto Matteoli”: orari poco ridotti, ecco quando sciopereranno le linee

Limitate, rispetto a quanto minacciato, le fasce orarie in cui verrà praticato lo sciopero dei trasporti aeroportuali e ferroviari. Motivo: l’ordinanza del ministro Matteoli

«Se Atene piange Sparta non ride», diceva un tale. Allo stesso modo, parlando di un venerdì nero è difficile capire se ci si riferisce alle aziende dei trasporti o ai sindacati che hanno incrociato le braccia organizzando lo sciopero. Già, perché dopo l’annuncio di Cobas, Rdb e Sdl, di fermare i lavori con uno sciopero generale per ottenere il blocco dei licenziamenti e il ritiro della riforma Brunetta sulla pubblica amministrazione, i risultati della protesta non sembrano, almeno finora, essere stati significativi. A complicare la vita ai manifestanti ha contribuito l’ordinanza del ministro delle infrastrutture e trasporti Altero Matteoli che ha di fatto limitato a sole quattro ore gli scioperi dei trasporti nazionali.


COMMENTI
24/10/2009 - precisazioni (ANNA PERONI)

AEREI: Per quel che riguarda i voli nazionali e internazionali lo sciopero inciderà per sole quattro ore nell’arco della giornata. Ovvero dalle 12:00 alle 16:00. Inutili sono state le proteste dei manifestanti a fronte dei fruitori dei velivoli che potranno così utilizzare i voli con limitati disagi.... Vorrei precisare questo articolo: lo sciopero a Malpensa non è iniziato alle 12.00 come tutti credevamo ma bensi' alle 11.00, ma nessun giornale ci aveva avvertito di questo, e limitati disagi non direi proprio....Ieri mattina a Malpensa era il delirio, centinaia di passeggeri hanno visto il loro volo cancellato, stranieri incarogniti verso l'italia, informazioni date a singhiozzo dirottando i viaggiatori a chiamare i call center, spendendo 2 euro al minuto per parlare con un'operatore, ovviamente dopo decine di minuti di attesa, soldi spesi per alberghi e voli che forse non saranno rimborsati, e appuntamenti importanti a cui non si è potuto partecipare (esempio proclamazione di laurea, nel mio caso, o mancata seduta di chemio per un'altra signora, purtroppo nessuno sta parlando di tutti questi disagi che c'erano, e io che ero presente posso assicurare che non erano lievi, e poi se avessi letto almeno un articola in cui specificava che lo sciopero sarebbe iniziato un'ora prima avrei evitato di fare 200 km.... Scusate per lo sfogo, ma credo che ogni cittadino abbia il diritto di avere una chiara informazione, almeno sui veri orari degli scioperi....