BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

DOMENICO RACCUGLIA/ Indagini fitte sui pizzini. Intanto è pronto il trasferimento in carcere per il boss mafioso

Il numero due di Cosa nostra, arrestato ieri, verrà trasferito nel carcere Pagliarelli. Tra i suoi pizzini si cercano nuovi elementi per nuove indagini

Raccuglia_DomenicoR375.jpg (Foto)

Dopo la prima notte passata in Questura, il boss mafioso Domenico Raccuglia, arrestato ieri pomeriggio dopo una latitanza di quasi 15 anni fa, verrà trasferito nel carcere Pagliarelli. Il ministro della Giustizia, Angelino Alfano, ha già promesso che provvederà ha firmare per il carcere duro per quello che è considerato l’erede di Provenzano.

Gli esperti della Polizia scientifica stanno invece setacciando l’appartamento di Calatafimi dove Raccuglia è stato catturato alla ricerca di ogni piccola traccia, magari di altri pizzini con cui impartiva gli ordini per non essere intercettato. Nel suo ultimo tentativo di fuga, infatti, Raccuglia si stava portando dietro uno zaino con tanti pizzini.

 

PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO CLICCA IL PULSANTE >> QUI SOTTO