BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CROCIFISSO/ Sbai, musulmana: ecco perché l’Europa cancella se stessa

Pubblicazione:

Giustizia_Martello_OroR375_04mar09.jpg

Da laica, interpellata sul tema del crocifisso, devo dire che la sentenza della Corte europea dei diritti dell’uomo di Strasburgo rappresenta un campo minato. Ma mi sembra che non tutti riescano a comprendere la portata culturale di questo pronunciamento.

Prima che essere un simbolo religioso, il crocifisso rappresenta la cultura, la memoria e l’identità dell’Italia e dell’Occidente. E quando si arretra su questo terreno vi possono essere due pericolose derive: il laicismo e l’estremismo. L’Italia è sì uno Stato laico, ma il principio di laicità dello stato non deve diventare la bandiera di un laicismo sprezzante della cultura di tutta una civiltà.

Una sentenza simile presenta un grande deficit: non tiene conto del senso storico e della consapevolezza culturale di un’Italia che è stata, volente o nolente, l’incubatrice della Cristianità. Vorrei a tal proposito ricordare che i regimi totalitari del Novecento - nazismo nel suo periodo di ascesa e comunismo - hanno tentato di spazzare via i crocifissi dalle aule scolastiche e dalla storia europea, l’uno attuando la cosiddetta “guerra dei crocifissi”, l’altro tentando di cancellare Gesù Cristo dalla Storia dei Paesi dominati. In tal modo attuando un’operazione di de-semantizzazione e di conseguente distruzione del senso di una civiltà.

Se le moderne istituzioni democratiche europee si fondano sulla sconfitta dei totalitarismi del Novecento, non dovrebbe la Corte europea dei diritti dell’uomo considerare che le tragedie dello scorso secolo sono state provocate attraverso meccanismi di deprivazione del significato, nella sua accezione più squisitamente semantica, dell’identità culturale di popoli che ritrovavano il loro proprio senso entro la matrice culturale del Cristianesimo? È questo il vero pericolo, il maggiore, insito in una sentenza che intende negare attraverso un’interpretazione giurisprudenziale ciò che gli uomini e la Storia hanno costruito in millenni di civiltà: smarrire le proprie radici, erodere il proprio senso culturale, essendo così condannati alla lunga notte dell’oblio.

 

CONTINUA LA LETTURA DELL'ARTICOLO, CLICCANDO IL PULSANTE QUI SOTTO

 

VOTA IL SONDAGGIO: SEI D'ACCORDO CHE L'ITALIA RICORRA CONTRO LA SENTENZA EUROPEA?


  PAG. SUCC. >


COMMENTI
09/11/2009 - Curare il seme della tolleranza (Giuseppina Fioretti)

Condivido quanto esposto dall'On. Sbai. Tuttavia non posso fare a meno di rilevare una pericolosa speculazione mediatica che collega la questione del Crocefisso al dibattito sull'Islam, animata da ospiti e conduttori televisivi che continuano a soffiare sul fuoco, alimentando quel pericoloso estremismo di cui parlave l'On.Sbai nel suo articolo. A quanti, anche in questa vicenda, vogliono - per partito preso- relizzare uno scontro di religione e civiltà ricordo che per secoli (fino ai nostri giorni) la chiave del Santo Sepolcro è custodita da una famiglia musulmana, i Nusaeibeh. Coltiviamo il seme della tolleranza presente in ogni religione senza sprofondare negli integralismi. E se si continua a negare simboli e rispetto aumenteranno i fanatici da tutte le parti.

 
06/11/2009 - crocefisso (donatella da corte)

ringrazio di cuore Souad Sbai, musulmana sincera, che usa la ragione meglio di qualche giudice di lontana matrice cristiana...

 
05/11/2009 - Con che diritto... (forno lodovico)

Io non so con che diritto Strasburgo decide in casa nostra, so solo che mentre loro lo fanno, noi facciamo chiacchere dal tenore provinciale su escort, veline, grandi fratelli e scandali vari e dimentichiamo di attrezzarci per pesare di più nelle istituzioni europee. Non solo, ma nelle istituzioni europee alcuni nostri partiti usano le loro rappresentanze per accreditare la tesi che in Italia c'è un governo dittatoriale e criminale. Ma perchè i nostri giornali, almeno quelli di centrodestra, non ci dicono chi è questo premier belga che è dato per favorito nella corsa a presidente dell'Europa. Chi è il suo principale antagonista Junker? Cosa si propongono di promuovere una volta diventati presidenti. A Buttiglione gli hanno fanno anche le analisi delle urine, per trovare che era omofobo. Siamo o non siamo un socio importante della comunità. Perchè non facciamo pesare anche noi il nostro punto di vista. Frattini che fa? Il presidente Napolitano che fa (oramai è talmente in giro che credo che sia lui il ministro degli esteri)? Che pensa di questa sentenza?

 
05/11/2009 - Il Crocifisso è indelebile. (claudia mazzola)

Più lo flagellano il Crocifisso e più cantiamo vittoria, più ci colpiscono a noi cristiani e più ci risvegliamo, le croci spunteranno come funghi. E voleva togliercelo, povera UE.

 
05/11/2009 - Commento (elvira Demaria)

Sono pienamente d'accordo su quanto esposto,e penso lo siano tutti gli Italiani,anche se nella mia piccola testolina giunge una domanda:Ma xchè Strasburgo decide in casa nostra? I nostri nonni hanno fatto gli emigranti x decenni,ma mai hanno pensato di chiedere alla Germania di smantellare i musei xchè erano turbati dai ricordi dell'Olocausto,e Strasburgo dov'era? Xchè gli emigranti di oggi che arrivano nel nostro Paese vogliono cambiare la nostra cultura e sconvolgere il nostro Credo? Nessuno di noi che vive negli stati Arabi ha mai chiesto di non sentire la preghiera cantata di Allah..Forse,quando scelgono il nostro Paese non sanno che siamo Cristiani? La globalizzazzione intesa come scambio culturale e solidarietà va bene,ma questo non deve comportare l'annullamento della nostra cultura o Religione.Chi vive qui,si deve adeguare alla nostra civiltà ed è libero di praticare le sue convinzioni in casa,ma non puo' obbligare noi a rinunciare ai nostri Valori ,morali o Spirituali che siano,xchè noi siamo in casa nostra e la libertà non è certo un privilegio di pochi. Essere ospite,non vuol dire che ci debba approppiare della casa altrui..L'Italia è basata sulla Democrazia e Libertà ed è il Nostro Paese..Non dimentichiamolo.......