BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CROCIFISSO/ Cosa dobbiamo aspettarci dopo l'assurda sentenza europea?

Giustizia_Martelletto_EuropaR375.jpg (Foto)

La punta acuminata della giustizia a senso unico non è altro che il mascherato tentativo condotto da decenni per introdurre i cosiddetti nuovi diritti. Come la goccia scava la pietra, così si cerca a poco a poco, con un emendamento, con una sentenza, con il riconoscimento di un nuovo diritto di scardinare la sacralità della vita umana dal concepimento alla sua morte naturale, la famiglia fondata sull’unione di un uomo e di una donna, di negare o peggio cancellare le radici cristiane dell’Europa. Un oscuro disegno che, mascherato dall’autorevolezza delle sentenze dei tribunali internazionali e dalle normative di democratici Parlamenti, pretende di insegnarci che cosa è vita che cosa è morte, cosa è bene e cosa è male, che cosa è famiglia e cosa non lo è.

 

Il problema è squisitamente laico. Si tratta di capire quali sono i fondamenti della nostra civiltà di fronte ad un preciso disegno che mira a sostituire i pilastri della nostra convivenza civile con altri ben più fragili sostegni. Ma una società che non ha un’idea chiara sulle sue origini, sulla sua identità e sulle proprie radici culturali corre un rischio altissimo: da un lato di cadere nel relativismo più bieco di una civiltà senza valori e senza morale in cui tutto è permesso e dall’altro di restare vittima del fondamentalismo religioso di chi confonde Dio con il proprio progetto di potere e in nome di questo diventa capace di qualsiasi violenza.

 

Il crocefisso è la sintesi di un percorso che dura da più di duemila anni, che ha prodotto esiti straordinari nella politica, nel pensiero filosofico, nella letteratura, nell’arte, nella civiltà oltre che nella fede. È la storia di un uomo - vero Uomo e vero Dio - che con occhi pieni d’amore, ci conduce sulla strada della salvezza nonostante i nostri errori. Dalle altezze di quella Croce egli perdona tutto. Anche le follie di incomprensibili sentenze.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
06/11/2009 - La bandiera europea (Claudia Grassi)

Non vorrei sbagliarmi, ma mi pare che lo sfondo blu con dodici stelle che formano la bandiera europea siano il manto della della Madonna e i dodici frutti dello Spirito Santo che spesso coronano la testa di Maria quando viene raffigurata. Se è così come mi sembra, è l'ennesima triste conferma l'Europa ha già negato se stessa al punto da non accorgersi nemmeno che si sta negando.