BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CENA DI SANTA LUCIA/ Crisi e sviluppo. La persona fa la differenza

Pubblicazione:

CenaSantaLucia_R375.jpg

Di sicuro gli hanno giovato le presenze costanti e trasversali di Giancarlo Galan e Flavio Zanonato, di rettori universitari e politici di varia estrazione, di imprenditori e magistrati, di giornalisti e banchieri, di presidenti di fondazioni o di associazioni di categoria. E non passano inosservati nemmeno gli oltre duecento volontari che la rendono possibile, tra cuochi, camerieri, posteggiatori.

Tutte cose che danno risalto, certo, ma soprattutto la Cena di Santa Lucia ha guadagnato in stima perché ha goduto del vantaggio delle cose che si vedono, che si evolvono, che camminano.

Lo scorso anno uno degli interventi sostenuti con i fondi della Cena sono state le scuole della Custodia francescana in Terra Santa. Si tratta di scuole per bambini arabi, palestinesi ed ebrei, un intervento non confessionale in una zona dove l’educazione (anche alla coesistenza) è di enorme importanza e dove proprio un ingegnere padovano, Ettore Soranzo, lavora e opera come “punto di collegamento” con l’Italia.

Ebbene: nello scorso gennaio una comitiva di oltre cento veneti è andata a vedere i luoghi dove sono stati destinati i fondi, scoprendo altre necessità di sostegno e solidarietà. E quest’anno parte dei soldi raccolti finiranno ancora li, insieme ad altri fondi e interventi concreti che, pur non pubblicizzati, sono stati avviati, ad esempio per sostenere l’ospedale dei bambini palestinesi o per dare una mano agli artigiani della Palestina oppure ancora alla poverissima agricoltura di Betlemme.

Altro esempio: uno degli interventi sostenuti in questi anni è il Centro Padre Aldo Trento, un altro veneto, ha creato nella periferia poverissima di Asuncion. Bene: dopo le Cena dello scorso anno un gruppo di medici padovani, ha iniziato a sostenere l’opera di padre Aldo con interventi, attività, viaggi ad Asuncion. E da non dimenticare c’è anche una grande casa vitivinicola della celebre zona del Prosecco, che ha deciso di sostenere - a partire dalla Cena - altre iniziative Avsi di sviluppo di attività imprenditoriali e agricole. Continua...


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >