BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TRENI NELLA NEVE/ Treni e neve, disagi nel nord Italia, tempo previsto per le prossime ore, lunedì 21 dicembre 2009

Pubblicazione:

trenoneveR375_21dic09.jpg

 

Neve e treni. Treni e neve. L’Italia nella morsa del gelo. La neve ormai ha coperto la Penisola in ogni suo più remoto angolo e la colpa, a questo punto è cosa nota, è del tremendo vento che dalla Siberia si riversa su tutta l’Europa. Fatto sta che un tempo da lupi così non si vedeva da un sacco di anni. I primi a rimetterci, tanto per cambiare, sono i soliti pendolari. Nel Nord Italia, dove dal primo pomeriggio di oggi, lunedì 21 dicembre 2009, sono previste abbondanti nevicate e temperature di parecchi gradi sotto lo zero, i treni hanno subito numerosi ritardi per colpa della neve. Il 10 per cento dei treni sono stati cancellati ieri, il che equivale a 700 viaggi in meno sui 7.000 in programma. Ferrovie dello Stato ha annunciato che nei prossimi giorni seguiranno riprogrammazioni dell’orario e riduzioni della velocità. Le regioni maggiormente colpite dai disagi ferroviari per la neve sono la Lombardia, il Veneto e l’Emilia Romagna, per non parlare del Friuli Venezia Giulia, totalmente sommerso dalla neve. Ma se Atene piange Sparta non ride. E difatti non sono solo i nostri treni, spesso vituperati e tacciati di inefficienza, ad aver subito rallentamenti e disagi. Tutta l’Europa è in tilt, dopo la sferzata di gelo orientale. Dopo i 2.500 passeggeri bloccati nel tunnel della Manica i problemi per la neve sembrano aver colpito tutta la Francia e l’Inghilterra. E sui disagi scatenati dal freddo c’è chi vuole vederci chiaro. Eurostar ha infatti annunciato un’indagine sulle cause del blocco dei treni nel tunnel. Intanto la linea è comunque bloccata anche oggi, terzo giorno consecutivo.

 

IL COMUNE DI MILANO INVITA A NON USARE L’AUTO

 

Stando a quanto dichiarato dalla Protezione civile Piemonte, Marche, Lombardia, Toscana ed Emilia Romagna, vedono alcuni tratti stradali e ferroviari bloccati o chiusi per il ghiaccio e la neve. In Piemonte e in Toscana si sono poi riscontrate difficoltà in alcune province per l'erogazione dell' acqua potabile e dell'energia elettrica.

A Milano invece si prevedono 20 cm di neve per la serata. Il vice sindaco De Corato ha esplicitamente richiesto a tutti i cittadini di evitare l’utilizzo dell’auto. «Meno auto in circolazione significa meno problemi di congestione sulle strade e una maggiore possibilità per mezzi pubblici di circolare con facilità ed intervenire in caso di situazioni critiche». Così si è espresso il vicesindaco.

 

Da oggi fino al prossimo mercoledì il territorio lombardo, a causa della neve che impedisce la normale circolazione dei treni, sarà presidiato dalla Protezione civile, dall’Amsa e dalla polizia locale. Otto treni in più della metropolitana andranno incontro ai disagi provocati dalla neve consentendo il trasporto di 10.000 passeggeri in più al giorno.

 

TRENI E NEVE: MALTEMPO ALMENO FINO A MERCOLEDI, CLICCA SUL SIMBOLO “>>” QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE LE NOTIZIE

 

VAI ALLE PREVISIONI METEO, CLICCA SU QUESTA SCRITTA


  PAG. SUCC. >