BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Le condizioni di Caterina Socci (3 dicembre 2009)

Pubblicazione:venerdì 4 dicembre 2009

Socci_AntonioR375.jpg (Foto)

Con la certezza di questa speranza chiedo umilmente a chi vuole e può di recitare ogni giorno, fino all’Immacolata, il “Memorare” per aiutare Caterina a superare le difficoltà attuali e a svegliarsi guarita. Trascrivo per tutti questa meravigliosa preghiera di S. Bernardo di Chiaravalle:

 

Memorare piissima Virgo Maria, a saecula non esse auditum quemquam ad tua corrente praesidia, tua implorantem auxilia, tua petentem suffragia esse derelictum. Ego, tali animatus confidentia, ad te, Virgo virginum Mater, curro; ad te venio, coram te gemens peccator assisto. Noli, Mater Verbi, verba mea despicere, sed audi propitia et exaudi. Amen.

 

Traduzione:

Ricordati, piissima Vergine Maria, che non si è mai udito che alcuno sia ricordo alla tua protezione, abbia implorato il tuo aiuto, abbia cercato il tuo soccorso e sia stato abbandonato. Animato da tale confidenza, a te ricorro, Madre Vergine delle vergini, da te vengo, dinanzi a te mi prostro, gemendo peccatore. Non volere, Madre di Dio, disprezzare le mie parole, ma ascolta benevola ed esaudisci. Amen.

 

Io voglio essere fra quanti invocano l’aiuto e il soccorso della Madre di Gesù e Madre nostra, in ginocchio “alle porte della Sua misericordia”, notte e giorno…. Per Caterina la invoco e la invocherò instancabilmente notte e giorno…



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
04/12/2009 - nostra edificazione (marco nocetti)

Attraverso la durissima esperienza che sta vivendo, Antonio Socci (o, forse, Maria per suo tramite) ha edificato e sta edificando tanti di noi, facendoci capaci di implorare e, perciò, coscienti di quello che siamo: persone bisognose. Che il Signore ripaghi Antonio e la sua famiglia, nei modi che la Sua misericordia vorrà, di tanto bene.