BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

VIDEO/ Le immagini degli scontri al G8 universitario di Torino

L’Onda cresce e invade Torino: oggi scontri durante la manifestazione con le forze dell’ordine. GUARDA I VIDEO

proteste_studenti_torinoR375_19mag2009.jpg (Foto)

Continuano le proteste studentesche a Torino contro il “G8 delle università” : 40 rettori provenienti da 19 paesi del mondo.

E' cominciata alle ore 9 di questa mattina il corteo degli studenti di Torino, un centinaio, che hanno manifestato davanti al Castello del Valentino, sede della facoltà di Architettura. I ragazzi dell'Onda, gli scatena tori del tumulto, hanno bloccato la circolazione in corso Massimo D'Azeglio stendendo dei fili tra i semafori, urlato slogan contro il G8 e utilizzato fumogeni colorati. La situazione è peggiorata quando le forze dell'ordine hanno iniziato a fare alcune ''cariche di alleggerimento'' per allontanare i manifestanti da corso Marconi. Sono volate le prime manganellate, mentre i giovani hanno tirato uova contro polizia e carabinieri. Gli studenti, ricacciati indietro all'interno del quartiere San Salvario, hanno rovesciato i cassonetti dell'immondizia, bloccando così la circolazione anche nella vicina via Madama Cristina. Per paura molti negozianti hanno iniziato a chiudere le saracinesche dei negozi. Alcuni ragazzi sono stati fermati dalle forze dell'ordine per essere identificati.

 

Uno striscione con la scritta «A Torino c'è Profumo di marcio» è apparso tra loro, chiaro riferimento al rettore del Poliltecnico, Francesco Profumo, che è tra gli organizzatori dell'iniziativa del G8. Il quale dal canto suo dichiara: «Il summit che si è aperto questa mattina ha grande attenzione alle richieste degli studenti e siamo disponibili a incontrarli». «Da parte nostra - ha aggiunto - c'è grande attenzione alle loro richieste in un momento di instabilità e incertezza come questo. Siamo vicini a loro in questa difficoltà di crescere. Questo è un incontro aperto al contributo di tutti e mi piacerebbe che gli studenti entrassero nei contenuti di questo summit, perché sono certo che si troverebbero sulla nostra stessa linea».

 

Oggi nel capoluogo piemontese si uniranno alle manifestazioni anche ragazzi meneghini, un’ottantina tra universitari, studenti delle superiori ed esponenti dei centri sociali. Sono partiti oggi dalla Stazione Centrale di Milano, dopo un po’ di questioni sul prezzo del biglietto a tariffa intera. Gli studenti, davanti al cordone degli agenti con gli scudi in mano che li hanno accompagnati alla partenza, hanno esposto lo striscione: «Dalle facoltà in rivolta block G8 contro l'università dei baroni».

 

GUARDA I VIDEO

 

 

© Riproduzione Riservata.