BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CAMORRA/ Blitz ai danni del clan "Casalesi", fra gli arrestati anche tre donne

Sono stati eseguiti tra Grazzanise, S. Maria la Fossa ed Alvignano, i nove decreti di fermo, emessi dalla Dda di Napoli nei confronti di altrettante persone, tra cui tre donne, ritenute legate alla fazione dei casalesi capeggiata da Francesco Schiavone detto "Sandokan"

Sono stati eseguiti tra Grazzanise, S. Maria la Fossa ed Alvignano, i nove decreti di fermo, emessi dalla Dda di Napoli nei confronti di altrettante persone, tra cui tre donne, ritenute legate alla fazione dei casalesi capeggiata da Francesco Schiavone detto "Sandokan", uno dei capi storici dell'organizzazione. Gli arrestati, secondo i carabinieri di S. Maria Capua Vetere, fanno parte del gruppo che nella zona di Grazzanise e' guidato da Alfonso Cacciapuoti, arrestato il 30 settembre dello scorso anno, nell'ambito dell'operazione 'Spartacus 3'. Tra le persone arrestate nell'operazione di questa mattina, denominata 'Cento Passi', figurano anche la moglie di Cacciapuoti, Luisa Martino ed il figlio di 20 anni, Giuseppe, che dalle indagini e' risultato l'esecutore degli ordini che il padre gli impartiva durante i colloqui in carcere. Dalle indagini e' anche emerso che sarebbe stato Modestino Minutolo, di 25 anni, sequestrato ed ucciso per uno sgarro nel maggio scorso insieme con altri due affiliati al clan, Giovanni Battista Papa di 45 anni e Francesco Buonanno, di 40 anni, a preparare un attentato, poi fallito, ai danni della stazione dei carabinieri di Grazzanise. A poca distanza dalla caserma, poco meno di cento passi, da qui il nome dell'operazione di oggi, i carabinieri della compagnia di S. Maria Capua Vetere, diretta dal capitano Carmine Rosciano, trovarono in corso di perfezionamento un ordigno di fattura rudimentale e di alto potenziale da utilizzare per l'attentato. Oltre alla moglie di Cacciapuoti sono state arrestate anche Stefania Mariniello, moglie di un altro elemento di vertice del clan, Giovanni Izzo, in carcere da tempo e Rosanna Cioffo, compagna di un altro esponente di spicco dell'organizzazione, Giocchino Tucci, anche lui detenuto.

© Riproduzione Riservata.