BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

AUTOSTRADE/ Ecco perché si è originata la maxi-coda al Passante di Mestre

La coda di 32km che ha bloccato il traffico ieri sul passante di Mestre non ha finito di far parlare di sè

La coda di 32km che ha bloccato il traffico ieri sul passante di Mestre non ha finito di far parlare di sè.

 

In base ai primi rilievi effettuati dall'ispettorato vigilanza concessionarie autostradali dell'Anas sarebbe imputabile al picco di traffico raggiunto con la coincidenza delle grandi partenze per l'esodo estivo con la fine del mese, all'effetto 'novità' del Passante di Mestre, che ha attirato il traffico sulla nuova autostrada, moderna e scorrevole e al fatto che lo stesso "effetto novità" ha confuso molti turisti, non abituati ad utilizzare il Passante e, infine, alla circostanza che fino allo scorso anno le barriere sulla Tangenziale determinavano anche una regolazione impropria del traffico, il cui deflusso veniva automaticamente rallentato

 

E' quanto si può leggere in una nota diffusa dall'Anas che rimarca anche la necessità di un adeguamento di alcuni tratti dell'esistente autostrada che collega Venezia a Trieste in modo che uno sviluppo armonico della rete viaria consenta al traffico di smaltirsi uniformemente senza trovare improvvisi colli di bottiglia.

© Riproduzione Riservata.