BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CAPRI/ Grotta Azzurra: tre giorni di prognosi per i battellieri intossicati

Pubblicazione:

La Grotta Azzurra, ancora al centro delle polemiche per l’inquinamento e il malcostume che su di essa imperversano, ieri ha mietuto tre “vittime”. Dei barcaioli sono infatti rimasti intossicati . I tre uomini, visitati dai medici dell’ospedale Capilupi di Capri, sono stati giudicati guaribili in tre giorni. Hanno riportato una forte irritazione agli occhi e alla gola. Dopo liquami, bottiglie sott’acqua, coltivazioni di marijuana, ieri è arrivata anche la schiuma bianca che ha fatto scattare la chiusura della Grotta Azzurra, da sempre simbolo della bellezza di Capri.Il provvedimento, adottato dalla Capitaneria di Porto, ravvisa «la necessità di salvaguardare la pubblica incolumità», secondo quanto ha scritto il comandante Domenico Picone.

 

Nel frattempo il Governo si costituirà parte civile nel processo contro chi ha inquinato la Grotta. Il ministro dell’ambiente Stefania Prestigiacomo, intervistata da Il Mattino, ha avanzato l’ipotesi della presenza della camorra anche sull’isola, da lei descritta in una situazione «favorevole per le infiltrazioni della criminalità». Il Procuratore di Napoli, Giovandomenico Lepore ha però replicato ai dubbi del ministro: «non c’ è nessun elemento che possa far pensare, allo stato attuale, ad una presenza della camorra dietro gli ultimi episodi avvenuti sull’ isola di Capri». «Per ora, mi sembra un giudizio azzardato e prematuro tirare in ballo la camorra -  prosegue il Procuratore - anche perché finora non abbiamo segnali della presenza della criminalità organizzata sull’ isola."

< br/>
© Riproduzione Riservata.