BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

STRAGE CIRCEO/ Gianni Guido resta in libertà

Pubblicazione:martedì 29 settembre 2009

Nessuna misura di sicurezza per Gianni Guido, uno dei 3 massacratori del Circeo tornato in libertà il 25 agosto, data di fine pena per l'omicidio di Rosaria Lopez e quello tentato di Donatella Colasanti.

Il giudice del tribunale di Sorveglianza Enrico Della Ratta Rinaldi ha respinto la richiesta di libertà vigilata fatta dal Pm di Roma nel 2008. È stata infatti dichiarata la non pericolosità sociale di Guido. Nel 2008 il 54enne, amico di Angelo Izzo e Andrea Ghira, fu affidato ai servizi sociali. Il giudice doveva valutare se Guido, che per il massacro del Circeo era stato condannato a 30 anni di carcere, fosse tra l'altro socialmente pericoloso.

«Si tratta di un provvedimento ineccepibile sia dal punto di vista giuridico che dal punto di vista logico». È il commento dell'avvocato Massimo Ciardullo, legale di Gianni Guido, dopo la notizia che il giudice di sorveglianza ha respinto la richiesta di affidamento alla misura cautelare della libertà vigilata per tre anni. «Dal punto di vista giuridico - ha aggiunto Ciardullo - è un provvedimento ineccepibile perché nel caso di Guido sono state rispettate tutte le scadenze previste dalla legge Gozzini; dal punto di vista logico perché da circa 5 anni a questa parte Guido ha goduto progressivamente d maggior libertà fino ad ottenere l'affidamento ai servizi sociali».



© Riproduzione Riservata.