BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TEMPI/ Camorra: tre giorni a caccia dei Casalesi con le forze dell'ordine

Pubblicazione:giovedì 14 gennaio 2010

TempiCopertina_R375(1).jpg (Foto)



Proprio in questi giorni è attesa la sentenza di Cassazione del processo Spartacus, il primo contro il clan di Gomorra. Da questa villetta-ufficio, racconta Centoletti, è partita la chiamata che lo scorso 12 agosto ha portato all’arresto di otto persone. Ricorda il funzionario: «Erano le cinque del pomeriggio, quando ci avvertirono che era in corso un summit di camorra in un appartamento. In venti minuti confluirono circa 50 persone tra squadra Mobile di Caserta, i carabinieri di Casale, i nostri uomini e quelli dell’esercito. I militari furono dispiegati per cinturare una zona molto ampia, dove le case sono attaccate una all’altra e le vie strettissime formano come un recinto che circonda mezzo paese. Intanto, intorno alla casa del summit, i picchetti della camorra notarono strani movimenti, e diedero l’allarme».





I boss si diedero alla fuga sui tetti, ma furono tutti raggiunti e bloccati. L’ultimo fuggitivo venne recuperato dentro un pollaio, dove era caduto durante la fuga. Tra gli arrestati il latitante Raffaele Maccariello, pluripregiudicato: al summit coordinava la divisione degli introiti del racket locale.

(Chiara Rizzo)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.