BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

GIORNALI/ A chi giova quella morale da dossier che cambia le persone in mostri?

Pubblicazione:lunedì 11 ottobre 2010

Giornali_VuotiR400.jpg (Foto)

 

 

Cultura, geopolitica, guerre, religioni, commerci, scienza, soldi, premi Nobel… niente vale sul mercato come lo sputtanamento di un nemico. I segugi si scatenano ed ecco che Gary Hart perde la nomination alla presidenza americana per una foto con l’amica in barca e Clinton dimezza il suo potere a causa della stagista. In qualche caso è sufficiente ipotizzare lo scatenamento di detti segugi, un giochino tipo gatto-topo condotto con il sorriso sulle labbra – vero sadismo - e il botto si è ottenuto lo stesso, copie esaurite e lettori placati (con la foglia di fico già utilizzata: tra un giorno, un mese, un anno si possono presentare le scuse).


Sputtanare o minacciare di farlo sono ormai la stessa cosa. Il principio che regge il gioco (appunto «è la stampa bellezza») è che ciascuna persona ha almeno un difetto o un segreto, ha fatto qualcosa di sbagliato, ceduto alla tentazione, infranto una legge formale e/o morale. Messo in pagina in un certo modo ogni limite, ogni mancanza, ogni peccato può essere tramutato in scandalo e vergogna. Un po’ di tasti pigiati e la carrozza si trasforma in una zucca esposta al pubblico ludibrio. Ma alla fine quella di «Prima Pagina» è una morale triste: tanto lavoro e tante energie sprecate così? Per pubblicare una intercettazione telefonica o un verbale di tribunale? Persino a Chicago si potrebbe fare qualcosa di meglio.
 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
11/10/2010 - e la RAI ? (attilio sangiani)

Non solo la stampa,bellezza ! Sono forse più micidiali i dossier tipo ANNOZERO o anche BALLARO',costruiti meticolosamente con inchieste tipo "Travaglio" o vignette aggiunte ... Da quasi venti anni ,cioè da "manipulite" a senso unico ( archiviata la indagine inizialmente affidata al sostituto Tiziana Parente,e poi ad altro sostituto,su Greganti ed il conto "gabbietta" in banche svizzere,che era il malloppo del PCI di Achille Ochetto,D'Alema,Fassino,ecc. ) tale metodo di lotta politica imperversa in Italia.