BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SARAH SCAZZI/ Il giallo della foto all’obitorio. Chi è “Sarino Scazzi”?

La foto di Sarah Scazzi all'obitorio è l'ultimo terribile episodio di una vicenda terribile di per sé. Quanto ha inciso Internet in tutto questo?

La cantina di MIchele Misseri dove è stata uccisa Sarah, foto Ansa La cantina di MIchele Misseri dove è stata uccisa Sarah, foto Ansa

È giallo su una foto pubblicata domenica 10 ottobre su Facebook: nell'immagine, che sembrava essere stata scattata all'obitorio, il corpo senza vita di Sarah Scazzi. Non è noto quando e come la foto sia stata scattata e chi si nasconda dietro al profilo 'Sarino Scazzi', usato per pubblicare l'immagine shock, poi rimossa. E intanto sempre su Facebook sono stati chiusi diversi gruppi che inneggiavano alla violenza contro l'assassino di Sarah o che lo omaggiavano come un eroe.

LA FOTO DELL’OBITORIO –
E’ il giorno del funerale di Sarah Scazzi, sabato 9 ottobre. Verrà celebrato alle ore 15.30 in uno stadio gremito da migliaia di persone. Orrore su orrore, arriva in mattinata la notizia che su Facebook sarebbe apparsa una foto di Sarah sul tavolo dell’obitorio dell’ospedale Santissima Annunziata di Taranto.

E’ lì che il corpo di Sarah è stato trasportato dopo il ritrovamento per l’autopsia. E’ la foto di una ragazzina bionda stesa sul classico lettino di ferro da obitorio ed è talmente veritiera che i carabinieri riescono a farla rimuovere dal sito nel giro di un’ora. Chi l’ha messa? Chi ha potuto avere accesso all’obitorio e scattare una simile foto? Un parente di Sarah o un addetto al personale medico? E quale lo scopo, rivenderla in stile paparazzi per guadagnarci soldi?


CLICCA SU QUESTO LINK PER LEGGERE DEL GIALLO DELLA FOTO ALL'OBITORIO DI SARAH SCAZZI E DEI GRUPPI WEB CHE HANNO SEGUITO IL CASO