BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

TAXISTA IN COMA/ La fidanzata gli canta le canzoni della Nannini perché si risvegli. La madre: “L’aggressore sarà fuori tra 20 giorni…”

La fidanzata di Luca Massari, il taxista mandato in coma, racconta di cantargli le canzoni della Nannini in attesa del suo risveglio.

volante_polizia_R400_4ott10.jpg (Foto)

La fidanzata di Luca Massari, il taxista mandato in coma, racconta di cantargli le canzoni della Nannini in attesa del suo risveglio.

Non si dà pace Patrizia, 42 anni, la fidanzata di Luca Massari, il taxista finito in coma dopo esser stato brutalmente aggredito per aver investito e ucciso erroneamente un cagnolino. Gli sta accanto ogni giorno, e gli canta, come riporta Il Corriere della Sera «Sei nell'anima» di Gianna Nannini. E poi, gli parla, raccontandogli ogni cosa della sua giornata, dei loro amici. «Eravamo in tanti in un locale. Mi sono girata e l'ho visto. Gli ho sorriso e non ci siamo più lasciati», dice Patrizia, riferendosi a quando lei e Luca si misero insieme, ad agosto. «E’ solare, premuroso. Con lui i giorni sono stati tutti belli. La nostra felicità, il nostro amore, ci spaventava. E ne parlavamo», continua. «Avrei voluto essere lì quel giorno dell'aggressione. Avrei difeso Luca con le unghie e con i denti. Avrei voluto prendere io tutte quelle botte. Lui non se lo meritava».

CLICCA >> QUI SOTTO PER LE DICHIARAZIONI DEL PADRE E DELLA MADRE DI LUCA