BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

MILANO/ Dopo l’Hollywood, chiusi altri due locali, il Pussycat e il Docelvita: sfruttamento della prostituzione

milanobynight_R400.jpg(Foto)

– Le ordinanze di arresto sono state firmate dal gip Roberta Nunnari su richiesta del pm Antonio Sangermano. Era “il sistema del tappo”: il cameriere Giorgio Amodio Galli o il direttore di sala Mario Preti prendevano i soldi dai clienti, chiamavano le ragazze ognuna delle quali a ogni “tappo stappato” prendeva una provvigione.

La chiusura di questi due locali segue di poco quella dell’Hollywood, la nota discoteca milanese dove la polizia filmò scene di spaccio di cocaina nei bagni. Non è la prima volta che una cosa del genere succedeva all’Hollwyood, nel cui scandalo finirono coinvolti personaggi della televisione come Belen Rodriguez.

© Riproduzione Riservata.