BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Sarah: Cosima e Giacomo Scazzi al pozzo per la prima volta. E Sabrina in carcere legge Checco Zalone

Pubblicazione:sabato 23 ottobre 2010

SARAHSABRINANUOVA_R400.jpg (Foto)

AVRETANA (taranto) - Sono sconvolti e stanno male. E’ quanto ha rivelato Nicodemo Gentile, legale dei genitori di Sarah Scazzi, Concetta e Giacomo, dopo averli accompagnati per la prima volta nei pressi del pozzo-cisterna in cui venne gettato il corpo della ragazzina nella notte tra il 6 e il 7 settembre scorsi. Intanto Gentile ha confermato che Cosima «è consapevole che c’è un coinvolgimento di Sabrina e che potrebbe esserci un coinvolgimento della sorella, ma prima di parlare vogliono vedere come procedono le indagini». Sabrina, dal canto suo, in merito all’arresto per concorso in omicidio avrebbe dichiarato ai magistrati: «E va bene, tanto lo sapevo», lasciandoli stupiti dall’atteggiamento e confermando ulteriormente l’ipotesi di reato che si sta facendo sempre più strada

 

CHECCO ZALONE TIENE COMPAGNIA A SABRINA – CLICCA >> QUI SOTTO


  PAG. SUCC. >