BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

SARAH SCAZZI/ Sabrina Misseri, il verbale dell’interrogatorio: “Lava bene l’auto”

sabrina_tv_microfonoR400.jpg(Foto)



G.: Lei immagino sappia che in uno dei suoi diari Sarah aveva annotato di una discussione con lei concludendo, “come al solito”, no?

S.: Sì, perché lei le riprese le prendeva come dei rimproveri… Perché se fosse stato un litigio vero e proprio Sarah non sarebbe venuta il giorno dopo a casa mia (…) Pm: Dico come mai Mariangela dice che c’erano le due macchine?

S.: Non lo so Pm: E che in quel momento stava uscendo sua mamma… S.: No, non è vero Pm: E perché dovrebbe dire questa falsità Mariangela?

S.: Secondo me si vuole lavare le mani e uscire subito da questa storia (…) Noi abbiamo litigato e non ci parlavamo più: (…) lei se ne vuole andare via da questa brutta storia secondo me. (…) Secondo me è passato tanto tempo che la memoria non tanto…

G. : Lei dice che ha litigato con Mariangela, quando e perché?

S.: Io volevo un aiuto da lei nei confronti di quelli di “Chi l'ha visto?” per quanto riguarda il profilo psicologico di Sarah, siccome le dissi: “Un conto è che lo dico io com’è fatta Sarah e un conto è che lo dice uno dall’esterno”. E lei ha detto: “No, non ne voglio più sapere niente”. “Va bene – ho detto io – allora non fare la parte alla fine che sei interessata a Sarah perché non te ne frega niente” infatti io poi le mandai un messaggio e le dissi: “Guardi, per me non c’è bisogno se mi chiedi se ci sono novità, per me puoi pure sparire. (…) Poi mi sono fatta sentire quando si è saputo che mi ho padre ha confessato, allora lì ho voluto chiamarla per chiedere scusa”.

G.: E Mariangela come ha reagito?

S.: Lei disse: “Non ti preoccupare, chi se lo aspettava che tuo padre facesse una cosa del genere?!” io mi sono sentita proprio male perché ho detto mai pensando che l’assassino era in casa nostra…

© Riproduzione Riservata.