BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

DANIELE CAPEZZONE/ Video – Il portavoce del Pdl parla dell’aggressore che lo ha colpito con un pugno in faccia

Il portavoce del Pdl parla della sua aggressione di ieri sera, in cui è stato colpito con un pugno in faccia 

danielecapezzoneR400.jpg (Foto)

Il portavoce del Pdl parla della sua aggressione di ieri sera, in cui è stato colpito con un pugno in faccia 

«Uscendo dalla sede del Popolo della Libertà, vicino a Via del Corso un tipo mi ha guardato, mi ha colpito e poi è scappato». Così il portavoce del Pdl, Daniele Capezzone, racconta l’aggressione di ieri in cui ha ricevuto un pugno in faccia. E, a proposito della solidarietà proveniente deal mondo politico, commenta: «Questo mi fa piacere, desidero ringraziare la personalità di ogni schieramento, oltre a una valanga di cittadini che si è espressa in modo affettuoso». E aggiunge: «Devo però dire, e questo non è giusto, che chi sta vicino a Silvio Berlusconi, rischia qualcosa di grosso in questo Paese. Quando va bene – si fa per dire – è criminalizzazione morale, quando va male è aggressione fisica. Questa fabbrica dei Tartaglia va fermata». Sulle ipotetiche motivazioni politiche dell’aggressione, poi, non si sbilancia e commenta: «Io non so se questo tipo di ieri fosse un balordo qualunque, un pazzo o uno con una motivazione pseudopolitica. E da cittadino mi auguro che accanto a un grande centrodestra questo Paese abbia un grande centrosinistra, perché ha bisogno di entrambi. Però, spero che la sinistra italiana abbia sempre maggiore forza di fare una barriera netta tra se stessa e qualche seminatore di odio che c’è nell’estremismo di sinistra».


CLICCA >> QUI SOTTO PER IL VIDEO DI CAPEZZONE CHE PARLA DELLA SUA AGGRESSIONE