BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

BUNGA BUNGA/ Il nuovo tormentone della Rete scatenato dalle dichiarazioni di Emilio Fede

Il bunga bunga, nuovo tormentone della Rete

Il bunga bunga, un fiore che cresce nell'isola di Bali Il bunga bunga, un fiore che cresce nell'isola di Bali

Sulla Rete si è scatenata la caccia al vero significato di “bunga bunga”. Tutto per via delle dichiarazioni della ragazza marocchina che ha parlato delle visite nella villa di Arcore. «Silvio mi disse che quella formula l'aveva copiata da Gheddafi: è un rito del suo harem africano» ha detto.

Coinvolto nella faccenda è anche Emilio Fede: «Di queste cose non so nulla, il salotto lo chiamavano così. C’è un salotto a Villa San Martino con un bar, dove ci si sedeva, si beveva qualcosa, qualche volta c’era la musica, ma bunga bunga non so cosa sia » ha detto, aggiungendo: «È una semplice barzelletta, peraltro nota». La barzelletta circola in rete e non è il massimo dell’umorismo, anzi. In realtà di “bunga bunga” non si trovano definizioni ufficiali, ma dando retta al sito specializzato in slang, forme dialettali dell’inglese diventate di uso comune, urbandictionary.com, sarebbe una “violenta orgia in cui i protagonisti 'interpretano' una tribù africana”. Facendo ricerche più accurate, però, si scopre che il “bunga bunga” è un fiore dai bellissimi colori che cresce nell’isola di Bali.