BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

SARAH SCAZZI/ Gli avvocati e la famiglia Scazzi in televisione a pagamento. Indaga la procura di Taranto

sarahscazzi_sabrinaR400.jpg(Foto)

Il procuratore di Taranto, Franco Sebastio, ha invece aperto un fascicolo per fuga di notizie e ricettazione di atti giudiziari. L'Ordine degli avvocati, infine, oggi ascolterà i tre legali coinvolti della vicenda cercando di capire se davvero siano stati violati i principi deontologici nella gestione di questo caso.

Ripreso da una telecamera nascosta di RepubblicaTV, Galloppa ha detto apertamente: “Sì mi sono fatto pagare per andare in televisione. Qual è il problema? Lo fanno tutti, non capisco perché non dovrei farlo anche io: alcune trasmissioni pagano, è vero, ma bisogna saperci fare". Non dice però quanti soldi abbia preso: "Io sono un e quella in fin dei conti è una prestazione. Per stare in tv perdo ore di lavoro: se vengo chiamato come ospite esperto, posso essere pagato. Sono tranquillo".

Galoppa: "Anche Cosima e Sabrina sono state lautamente compensate". Lo dice Castriota ex consulente della famiglia Scazzi: "Di offerte di denaro per interviste o materiale video esclusivo ne arrivavano tutti i giorni per il filmato del viaggio a Roma di Sarah e Sabrina sono arrivate proposte da quattromila euro, per i diari cifre superiori a diecimila euro. Quando non erano soldi, erano promesse di costosi regali".

© Riproduzione Riservata.