BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

SARAH SCAZZI/ Intervista a Barbara Palombelli: “Il male è dentro di noi, accanto a noi ma il perdono è possibile”

Intervista a Barbara Palombelli sul caso Sarah Scazzi

Barbara PalombelliBarbara Palombelli

Volto tra i più noti della televisione, Barbara Palombelli ha colpito tutti e in special modo il circo mediatico con la sua lettera idealmente inviata a Sarah Scazzi.

In un momento in cui praticamente tutti i programmi tv dedicano in modo ossessivo i loro spazi al caso della ragazzina assassinata, Barbara Palombelli ha avuto il coraggio di chiamarsi fuori. E lo ha fatto con parole piene di sentimento e dignità, non con accuse rabbiose: “Cara piccola Sarah, occhi da cerbiatto. Noi che, senza conoscerti, ti abbiamo incontrato nei telegiornali e sui giornali, ti abbiamo mangiata proprio come l’umidità di quel pozzo. Un pezzettino al giorno, piano piano, senza sprecare nemmeno una briciola della tua tragica favola (…) Non ti dimenticheremo. Sarah, perdonaci se puoi...”.

Abbiamo parlato con lei per farci spiegare cosa l’ha spinta a scrivere tali parole, addirittura dicendo di non voler più lavorare in televisione, e per parlare con lei di quale sia il modo giusto per affrontare giornalisticamente casi come quello di Sarah Scazzi.