BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SARAH SCAZZI/ Intervista a Barbara Palombelli: “Il male è dentro di noi, accanto a noi ma il perdono è possibile”

Pubblicazione:giovedì 28 ottobre 2010

Barbara Palombelli Barbara Palombelli



Come giudica la lettera che la mamma di Sarah ha inviato al programma Matrix? Alcuni dicono che in lei ci sia desiderio di vendetta, altri il contrario…


I sensi di colpa, a volte, producono vendetta. Vanno trasformati in azioni positive, che sprigionano una forza più duratura di qualunque giustizia sommaria...

Lo scrittore Luca Doninelli in una intervista sul caso Scazzi ha detto che ciò che “ci scandalizza veramente non è il male, ma il perdono” . Vedendo le reazioni di molta gente, alcuni che invocano la pena di morte per Michele Misseri, sembra che oggi il “perdono” sia una cosa impossibile.


Nell'immediato potrebbero essere reazioni normali e comprensibili. Con il tempo, invece, il perdono è molto frequente. Non sono pessimista, vedo tante persone serene e perbene, capaci di perdonare. Magari la tv non li racconta, ma ci sono.

Luca Doninelli parla anche del male come una realtà che appartiene all’uomo: “Una volta lo si chiamava peccato originale”, dice.

Il male è dentro di noi, accanto a noi. All'interno delle famiglie, il materialismo assoluto ha liberato istinti primordiali. Si vive solo per il denaro e questo disvalore produce vendette, rivalità, gelosie. Si muore per il denaro nelle ville dell'Olgiata, si muore anche se ci si chiama Gucci, non solo se si vive ai confini delle grandi città o nei piccoli paesi.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.