BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

SARAH SCAZZI/ Sabrina Misseri sarebbe stata pagata per le interviste televisive

sabrina_tv_microfonoR400.jpg (Foto)



E’ stata spesso in televisione Sabrina Misseri. Intervistata dai tg davanti a casa sin dai primissimi giorni, poi in collegamento diretto con i principali programmi televisivi. Ha chiesto che si cercasse Sarah, le ha mandato messaggi del tipo “torna a casa, ti aspettiamo tutti a braccia aperte”. Il girono del funerale ha detto fra le lacrime: “Noi volevamo andare al funerale ma ci hanno sconsigliati di andare perché poteva esserci qualche persona esaltata”.

In altre occasioni ha raccontato di sognare Sarah spesse volte la notte. “Io non riesco a immaginare che Sarah non c’è più, Ho fatto ancora il sogno che piangeva e gridava”. Particolare inquietante, visto che anche Michele Misseri, prima della confessione, aveva detto più volte di aver sognato Sarah che chiedeva aiuto… E dopo la confessione del padre, quando le chiedono se lei e Sarah avessero mai litigato o se avesse mai immaginato che il padre molestava la cugina, risponde: “Non abbiamo mai litigato. Se fosse stato così (che il padre molestava Sarah, ndr) sarei andata subito a sgridare mio padre. Sarah non mi ha mai detto niente io non capisco perché si dice questa cosa che lui ci ha provato, io non so neanche se è vero quello che dice lui, mio padre ha mentito per 42 giorni”.

E ancora: “Chi riesce a portare un peso così grande e stare zitto? Deve pagare per quello che ha fatto voglio guardarlo in faccia e che mi dica quello che ha fatto”. Tutte parole che se fosse confermata la partecipazione di Sabrina all’omicidio suonerebbero incredibilmente false, o il frutto di una mente divisa in due personalità.





 


COMMENTI
29/10/2010 - interviste televisive a pagamento (carmelo ippolito)

Da quanto ho letto mi sento disgustato, preso in giro continuamente dai mass media i quali, come avevo in precedenza detto, hanno trasformato un caso di cronaca nera in un reality. Ma quel che è peggio è che con i soldi dei contribuenti si pagano le interviste di soggetti che comunque sono coinvolti non solo attivamente e/o passivamente nella vicenda giudiziaria ma anche tutti coloro che ne sono coinvolti emotivamente. E che dire dei professionisti? Avvocati e Consulenti esperti? A mio giudizio è bene calare un velo pietoso. Non sono tali nè lo possono essere avendo svenduto il sacro diritto alla difesa. Una volta i professionisti rispondevano "Non posso rispondere in quanto esistono indagini in corso e/o non ho ancora parlato con il mio assistito" e queste erano considerate lecite in un rapporto tra difensore e inquisiti. Oggi, invece, si assiste ad uno Show che ha trasformato questi "professionisti" in una farsa.