BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

BARI/ Scambiano uno choc settico per influenza e muore a 22 anni. Vana l’amputazione delle gambe

Una ragazza, in seguito ad uno choc settico scambiato per un virus influenzale, è morta, dopo che in extremis le hanno amputato le gambe e le dita della mani.

salaoperatoriaR400.jpg (Foto)

Una ragazza, in seguito ad uno choc settico scambiato per un virus influenzale, è morta, dopo che in extremis le hanno amputato le gambe e le dita della mani.

Una vita stroncata nel cuore degli anni. In seguito ad un semplice intervento per asportare una cisti al coccige. E’ successo ad Antonella Mansueto, di 22 anni, studentessa in Farmacia di Noci in provincia di Bari. I medici avevano scambiato un choc settico per un banale virus influenzale. Per salvarla in extremis, le avevano amputato le gambe e le dita delle mani. La ragazza era stata ricoverata presso l’ospedale civile di Putignano (Bari) ed operata dal chirurgo Aldo Calò. Nel corso delle medicazioni dei giorni successivi un altro medico si era accorto che qualcosa, nella ferita, non andava. Il 6 febbraio le sue condizioni peggiorano notevolmente, la febbre arriva a 42. Il medico di guardia le prescrive della semplice Novalgina, credendo che si tratti di influenza.

CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO