BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FOTOGALLERY SARAH SCAZZI/ Il lenzuolo di fronte alla casa: “Pena di morte per lo “zio” animale”

Pubblicazione:

lenzuolo_scazzi_R400%20(5).jpg

Intanto Misseri in isolamento nel carcere di Taranto, picconato 24 ore su 24, «piange molto, ieri mattina più dell'altra sera», ha rivelato l'avvocato Daniele Galoppa, legale d'ufficio dell'uomo. Ora si trova in infermeria, che funge da presidio Sembra che da quando è entrato in carcere non tocchi cibo e continui a ripetere frasi come «Mi ammazzo, ora la faccio finita». All’entrata gli altri detenuti lo hanno insultato e minacciato con grida come «bastardo», «devi morire», «ammazzatelo», «datelo a noi».

 

 

 

 

 


Leggi anche: SARAH SCAZZI/ La storia di Sarah, violentata dall'Orco e dai Media

 

 

Leggi anche: SARAH SCAZZI/ Bernardini: Da un mese in tv un gioco al massacro, ma la colpa non è di Chi l'ha visto



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.