BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

SARAH SCAZZI/ Video, parla Ivano Russo. L’arma del delitto è una cintura

Parla Ivano Russo: Sabrina non è violenta

sarahscazzi_sabrinaR400.jpg(Foto)

Sarah Scazzi è stata uccisa con una cintura del diametro di 2,5 centimetri. L’arma del delitto ha lasciato un solco sul collo della ragazza. Sono i risultati dell’autopsia, mentre invece per via della lunga permanenza del cadavere in acqua non è stato possibile riscontrare le prove dell’eventuale violenza sessuale.

Intanto Ivano Russo, il ragazzo per la cui gelosia Sabrina Misseri avrebbe ucciso Sarah, ha parlato con i giornalisti di Studio Aperto. Ha voluto chiarire le parole dette ai magistrati, in special mono quelle relative a Sabrina: “Quello che è successo, Sabrina che si è spogliata nella mia macchina” ha detto “è stata una cosa intima, può essere malcapita perché Sabrina non è una che si spoglia davanti a tutti. E’ successo per motivi quasi per gioco e anche lei è stata concorde di non andare oltre. La nostra era un’amicizia e non poteva andare oltre, non potevo dire di più per pudore. Poi escono cose che non hanno nessun fondamento, ad esempio che io avessi una relazione segreta con Sarah. Ma se Sarah stessa scrisse ‘magari avessi un ragazzo così’…”.

Ivano prosegue: “Tutti gli amici che conoscevano Sabrina possono dire che non è mai stata una ragazza violenta, non ha mai alzato la voce con Sarah, sempre tranquilla, non mi sembra una che possa fare una cosa de genere. Sarah dimostrava meno di 15 anni, una ragazzina che vedevo come tale non ho mai avuto preferenze non c’è mai stato qualcosa con lei, la vedevo come una mascotte che coccolavo come una nipotina, Sarah non era una donna era una ragazzina”.