BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SARAH SCAZZI/ Il legale di Michele Misseri a Domenica In: Il mio assistito aveva paura di essere aggredito da Sabrina in carcere

Pubblicazione:

SARAHSABRINANUOVA_R400.jpg

 Nuove rivelazioni anche sulla presunta violenza sessuale. «Mi ha esternato – ha dichiarato il legale riferendosi a Misseri - di non aver mai abusato del corpo della povera Sarah, una volta morta; e di non averle usato violenza già precedentemente al 5 novembre, nel momento in cui appunto siamo stati sentiti dai magistrati, una volta che il mio assistito lo aveva richiesto espressamente e dopo il colloquio avuto con la dottoressa Bruzzone». Sul perché «non l'abbia detto o che quanto meno non abbia ripetuto quanto era nelle sue intenzioni», l’avvocato ammette: «io non so dire, non sono nella testa del mio assistito, né tantomeno mi posso permettere di forzarlo in tal senso». Sulla vicenda si è espresso oggi anche il consulente della difesa di Michele Misseri, Giancarlo Umani Rocchi, che alle telecamere di Domenica Cinque, su Canale Cinque, ha riferito: «Michele era lucido, molto presente e ha detto cose logiche e credibili: non è mai caduto in contraddizione». Non solo: «Si è più volte commosso quando si parlava di Sarah, della sua infanzia e dell'affetto che nutriva per lei. Se dovessero accordargli i domiciliari, non potrebbe tornare nella casa di famiglia e credo che gli avvocati abbiano pensato a un convento, dal momento che l'unico desiderio di Misseri è fare il contadino».



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.