BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LETTERA/ Aborto, fecondazione e contraccezione, ecco perchè in corsia ci vuole una "sveglia"

Pubblicazione:

Neonato_dorme_ospedaleR400_7ott10.jpg

Come ginecologo ho assolutamente bisogno di sapere che i miei Vescovi hanno un giudizio chiaro sulla salvaguardia della vita anche di quella che è solo formata da due cellule. Mi chiedo: l’uomo quante cellule deve avere per assurgere alla dignità di essere vivente e a quante cellule entra l’anima nell’uomo?

O ci importa dei nostri piccoli solo se diventano animali da pelliccia come i poveri conigli che hanno fatto vedere stasera in televisione con un servizio pro-animalista? Stiamo giocando con la vita dei nostri figli, li stiamo usando come carne da macello per le nostre voglie.

Ieri ho fatto un ecografia ad una paziente che inizia il percorso per una ovodonazione in Grecia: “Sa, dottore, siamo avanti con gli anni,  non siamo sposati, con l’adozione magari non ci darebbero un figlio, o magari ce ne darebbero uno grande, così vado in Grecia per avere delle uova da far fecondare con il seme del mio compagno e poi fare il trasferimento degli embrioni…”. Quando ho chiesto che cosa avrebbe pensato il figlio nato da due madri: muta. Senza poi valutare quanti fratellini verranno sacrificati nell’intento del”risultato” finale. I nostri Vescovi prendano carta e penna o qui moriamo tutti.

(Gianluigi Parenti)
 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.