BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

EMERGENZA RIFIUTI/ Dove finisce e quanto ci costa portare via la nostra spazzatura?

Pubblicazione:lunedì 29 novembre 2010

rifiuti_R400.jpg (Foto)



Romano è convinto che «se le province campane capiranno che anche i loro siti sono ormai saturi della frazione secca da dover trasferire al termovalorizzatore di Acerra e, quindi, in un rapporto di reciprocità dovranno ricevere i rifiuti di Napoli per liberarsi dei loro, per l’8 dicembre riporteremo capoluogo e circondario alla completa pulizia».

Norvegia ma non solo. L’A2A, infatti, ha chiuso l’accordo con l’Andalusia «dove trasferiremo in una ventina di giorni, essendo state già avviate le procedure autorizzative, 40 mila tonnellate di umido», ha concluso l’assessore.

L’EXPORT DEI RIFIUTI -
La Norvegia ma non solo. L’Italia, infatti, già da tempo esporta i propri rifiuti in tutto il mondo. L’entità di tale esportazione è descritta nel rapporto “Il movimento trasnfrontaliero dei rifiuti”, e indica la capacità del nostro Paese di saper gestire e smaltire nostra spazzatura. Lo studio prende in esame i rifiuti speciali, tutti quelli, cioè, che non rientrano nella categoria degli urbani. Si tratta di quelli che provengono, ad esempio, dalle attività industriali e produttive.

L’indagine si riferisce agli ultimi dati significati disponibili, desunti dagli ultimi MUD - Modello Unico di Dichiarazione Ambientale - dal 2002 al 2005. Questo perché, stando ad altri rapporti, riferiti al triennio 2005-2007, non si è verificato, in Italia, un sensibile incremento dello sviluppo infrastrutturale. 



CLICCA SUL PULSANTE QUI SOTTO PER LEGGERE DELL'EMERGENZA RIFIUTI E DEI COSTI RELATIVI
 


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >