BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

AMANDA KNOX/ La psicologa: Nei suoi disegni una confessione del delitto

amndaknoxR400.jpg (Foto)

 

 

Comparse secondarie di un film in cui è solo la Knox, grazie al suo fascino e alla sua personalità, a conquistare il ruolo di protagonista. Secondo la Firbank il disegno, donato al deputato del Pdl, Rocco Girlanda, autore del libro «Io vengo con te. Colloqui in carcere con Amanda Knox», costituirebbe una specie di confessione involontaria. «L’uso di colori così brillanti potrebbe suggerire che Amanda non è a suo agio con se stessa», sostiene l’esperta. L’immagine è attraversata da linee accese che trasformano la pelle in una serie di rettangoli arlecchino su cui scivolano segni rossi, blu, verdi e improvvise aree di giallo luminoso. «Il rosso è il colore della rabbia e della frustrazione e la sua fusione con il giallo lungo le braccia potrebbe testimoniare che la ragazza non ha il pieno controllo di se stessa», prosegue la Firbank.
 

Ne emergerebbe un carattere doppio, insidioso, che sarebbe confermato anche da un altro disegno pubblicato nel volume. Questa volta Amanda riproduce le sue mani. I colori sono identici a quelli, variopinti, utilizzati per la prima immagine. «Il disegno lascia intuire un alto livello di testosterone che può portare ad una personalità dominante e aggressiva». La psicologa inglese non ha dubbi e, secondo il Sun che ha pubblicato le immagini, sarebbe la prova del fatto che Amanda sarebbe un’assassina.
 


COMMENTI
02/11/2010 - The Facts - DNA versus artwork (Theresa Famolaro)

Dear Peter, I hope that during Amanda's appeal that the court looks at the facts. There was NO DNA of Amanda's in the room where Meredith was killed. Yet, Rudy Guede's DNA was all over the room, including her person! Somehow I find it very sad that the media is parading her artwork as evidence instead of looking at the facts (AMANDA'S DNA WAS NOT IN MEREDITH'S BEDROOM!). Can you explain to me why the majority of Italy thinks she is guilty? Thank you