BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

RICETTE DI NATALE/ L’idea in cucina di Paolo Massobrio: sformatini di cardi con besciamella

Il cardo gobbo è usato soprattutto nella bagnacaoda. Ma anche un ottimo sfomato al forno con uova grana e besciamelle, come consiglia PAOLO MASSOBRIO

sformato_cardiR400.jpg (Foto)

PER TORNARE A CUCINARE INSIEME: LE RICETTE DI NATALE - Idee in cucina con i prodotti tipici di stagione: ecco una nuova ricetta per i lettori de ilSussidiario.net, tratta dalla raccolta del nostro libro per la famiglia “Adesso, 365 giorni da vivere con gusto”.
Non è molto conosciuto, ma in Piemonte è una questione di religione. Sto parlando del cardo gobbo, che viene interrato e risulta eccezionale con le prime gelate del grande freddo. E' l'ingrediente principe della bagnacaoda, ma se non avete tempo, prendete una padella con del buon olio, fate sciogliere due acciughe e saltate il cardo tagliato a pezzetti. Oppure preparate lo sformato di cardi come suggerisce su Adesso, la nostra maestra di cucina. E bevete la Barbera. Paolo Massobrio.


Sformatini di cardi
Antipasto

Staccate le coste dei cardi, eliminate quelle rovinate, togliete i filamenti alle altre, tagliatele a tocchetti e metteteli a bagno in acqua acidulata con il succo di un limone. Portate a ebollizione una pentola di acqua leggermente salata, unitevi il succo dell’altro limone e mezzo bicchiere di acqua fredda in cui avrete diluito mezzo cucchiaio di farina. Aggiungete i cardi e cuoceteli finché saranno teneri. Scolateli, saltatene in padella 600 g per qualche minuto con un cucchiaio d’olio ed una piccola noce di burro poi passateli al mixer.

Preparate una besciamella molto densa con 30 g di burro, l’olio, 40 g di farina e il latte; salate, pepate ed insaporite con poca noce moscata. Frullate insieme besciamella, passato di cardi, Grana grattugiato, le uova e il tuorlo. Imburrate e cospargete di pangrattato 6 formine individuali e versatevi il composto. Sistemate le formine in una pirofila, aggiungete tanta acqua fino a raggiungere i tre quarti degli stampi e cuocete in forno già caldo a 170°C per circa 45 minuti, finché gli sformatini avranno assunto la consistenza di una morbida polentina. Lasciateli intiepidire nell’acqua del bagnomaria.
 


COMMENTI
11/12/2010 - Vi Aspetto! (Paolo Massobrio)

Vi aspetto all'Artigiano in Fiera (ingresso padiglione 1/3) con il libro Adesso che solo qui è proposto in confezione regalo (con la scatola) e poket. Un abbraccio. Paolo