BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

AMANDA KNOX/ Video – Pago per un crimine che non ho commesso

Amanda Knox piange, in aula, ma è certa delle sue convinzioni: non ha ucciso Meredith e sta pagando per un crimine che non ha commesso

amndaknoxR400.jpg(Foto)

Amanda Knox piange, in aula, ma è certa delle sue convinzioni: non ha ucciso Meredith e sta pagando per un crimine che non ha commesso.

«La verità su di me e Raffaele non è ancora riconosciuta e noi stiamo pagando con la nostra vita per un crimine che non abbiamo commesso»: la voce è spezzata dalle lacrime, ma al contempo il tono è stentoreo, il fare sicuro e incalzate. E’ Amanda Knox, a parlare, la studentessa di Seattle che è stata condannata, in primo grado, a 26 anni di carcere, per l’omicidio di Meredith Kercher. Amanda si trova di fronte alla Corte d'assise d'appello di Perugia, e in una dichiarazione spontanea ribadisce la sua convinzione: «Noi tutti meritiamo la libertà», dice.«Non meritiamo – aggiunge - i 3 anni che abbiamo pagato e certamente non ne meritiamo altri. Io sono innocente, Raffaele è innocente, non abbiamo ucciso Meredith».

CLICCA >> QUI SOTTO PER IL VIDEO DELLE DICHIARAZIONI DI AMANDA