BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

INCIDENTI DI ROMA/ Scarcerati 11 dei 23 fermati. Protesta di Alemanno: “Un’ingiustizia”

Il tribunale scarcera undici dei ventitre arrestati durante gli incidenti di Roma

agente-provocatore-r400.jpg (Foto)

L’indignazione del sindaco di Roma Alemanno. Processati per direttissima stamattina, i 23 fermati dopo la guerriglia urbana a Roma del 14 dicembre. Undici di essi sono stati scarcerati.

La sentenza: Mario Miliucci (secondo l'accusa trovato con due sassi addosso), la scarcerazione per i genovesi Dario C., Emanuele G. e Fabrizio R. (per loro stabilito il divieto di tornare a Roma), la libertà senza misure per il cittadino francese Charlie P., così come per Edoardo Z., mentre per Patrizio D. A. ha imposto l'obbligo di firma. Il processo è stato fissato per il 23 dicembre. La I sezione penale ha confermato gli arresti stabilendo l'obbligo di firma per Matteo S. e Alessandro Z. mentre non ha stabilito alcuna misura nei confronti di Michele L., Matteo A. e Leo F., tutti accusati di resistenza aggravata e danneggiamento aggravato.

Per loro il processo è stato fissato per il 13 giugno prossimo. Gianni Alemanno: "Sono costretto a protestare a nome della città di Roma contro le decisioni assunte dalle sezioni II e V del Tribunale di Roma di rimettere in libertà in attesa di giudizio quasi tutti gli imputati degli incidenti di martedì scorso". E sugli episodi di martedì il ministro dell'Interno Maroni riferirà domani al Senato, mercoledì alla Camera.