BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

RICETTE DI NATALE/ L'idea di Massobrio: se il torrone è il dolce che unisce l'Italia...

Dal torrone gelato di Reggio Calabria al mandorlato veneto, da quello di Tonara in Sardegna al torrone di nocciole piemontese: è il dolce che unisce l'Italia. E che ci consiglia PAOLO MASSOBRIO

budino_torroneR400.jpg (Foto)

PER TORNARE A CUCINARE INSIEME: LE RICETTE DI NATALE - E' il torrone, non ci sono dubbi, il dolce che unisce l'Italia. Lo trovate ovunque, dal torrone gelato di Reggio Calabria al mandorlato veneto, da quello di Tonara in Sardegna al torrone di nocciole piemontese (un mito è Canelin a Visone). Ma sapete che a Camerino, nelle Marche, Paolo Attili fa un torrone fantastico mentre a Noto, in Sicilia fanno l'antica giuggiulena ? Non voglio farti venire troppo l'acquolina in bocca, ma essendo l'autore de Il Golosario, la guida alle 1000 e più cose buone d'Italia, in materia di torroni sono particolarmente ferrato. (Se possiedi un Ipad, da pochi giorni si può scaricare la guida ai 3.700 negozi di qualità del Golosario). Detto questo, di torrone in regalo ne arriva sempre molto, per cui Giovanna Ruo Berchera, su Adesso, ha pensato bene ad un piatto del recupero degli avanzi, che è questa ghiottoneria (e col budino, anche la dentiera sarà salva). Paolo Massobrio

Budino di torrone con salsa al cioccolato
Dessert

Fate ammorbidire i fogli di gelatina in acqua fredda. Tritate il torrone con un grosso coltello robusto lasciando però alcuni pezzi leggermente più grossi. Portate a ebollizione il latte con la panna e il baccello di vaniglia. Quando il tutto starà per bollire unite il torrone e togliete immediatamente dalla fiamma. Nel frattempo sbattete i tuorli con lo zucchero finché saranno chiari e spumosi. Unite la maizena, sbattete ancora qualche istante poi versate tutto nel composto a base di latte, panna e torrone. Riportate sulla fiamma (tenuta molto bassa) e fate addensare la crema sempre mescolando. Spegnete, unite la gelatina in fogli, il Cointreau e il miele. Lasciate intiepidire mescolando di tanto in tanto. Ungete di olio di mandorle uno stampo in alluminio a forma cilindrica con una capacità di 1,2 litri, versate la crema preparata e lasciate rassodare in frigorifero per 7-8 ore. Al momento di servire, immergete lo stampo per 2-3 secondi in acqua bollente e capovolgete il budino su un piatto da portata, inserite tutt’intorno le monete di cioccolato di media dimensione in modo che fuoriescano per circa metà e disponete la moneta grande sulla sommità. Sciogliete separatamente a bagnomaria il cioccolato bianco e il cioccolato fondente, aspiratelo con una siringa da veterinario (acquistabile in farmacia) e disegnate sul piatto dei raggi chiari e scuri alternati.