BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

OSTENSIONE DI SANT’ANTONIO/ A Padova migliaia di pellegrini per l’ostensione del corpo del santo

I resti di Sant’Antonio da Padova sono meta di migliaia di turisti provenienti da ogni parte del mondo. Fin dalle 6 di questa mattina una lunghissima fila ha iniziato l’attesa ALL’INTERNO IL VIDEO

antoniodapadovaR375_15feb10.jpg(Foto)

Sant’Antonio esposto. L’ostensione di Sant’Antonio da Padova. I resti di Sant’Antonio da Padova sono meta di migliaia di turisti provenienti da ogni parte del mondo. Fin dalle 6 di questa mattina una lunghissima fila ha iniziato l’attesa per entrare nella basilica patavina e venerare le reliquie di uno dei santi più amati di tutta la storia della Cristianità. Con grande rabbia delle Margherite Hack e dei Piergiorgi Odifreddi sembra non essersi placato il desiderio dell’umanità di aderire a gesti di devozione popolare, magari a volte un po’ folkloristica, ma certamente e con buona pace di tutti assai lontana dalla superstizione. Da ogni angolo dell’Europa, dell’America del nord e del sud, dal Libano, dalla Slovenia, dalla Croazia e dalla Polonia giungono a Padova pullman carichi di fedeli ansiosi di poter venerare anche per pochi secondi il corpo di Sant’Antonio. I giorni dell’ostensione, quella pratica puramente e genuinamente cristiana che consiste nel mostrare le reliquie di un santo e quindi la sua appartenenza fisica e carnale alla storia di questo mondo, sono sei. Sant’Antonio sarà visibile ai suoi fedeli per sei giorni.