BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

VITA/ Lo sguardo della signora Giovanna, più grande degli scandali e dei fatti di viale Padova

signora_caritas_roma_R375.jpg(Foto)

 

Potremmo per esempio provare a chiederci come appaia, osservata da quel punto di vista della signora Giovanna, la cronaca di queste recenti settimane. Prima lo scandalo che ha travolto la Protezione civile e in qualche modo ha intaccato le certezze di migliaia di volontari che si sono resi protagonisti della risposta alla drammatica emergenza dell'Abruzzo; poi i fatti di via Padova a Milano, davanti ai quali politica e media si sono scatenati in un battage vergognoso di strumentalizzazioni e di allarmismo.

 

Sullo scandalo non è questione di chiudere gli occhi di fronte alla corruzione dilagante, ma semmai di avere una capacità di sguardo che vada oltre questa nebbia mefitica. Il marciume e i veleni che ne stanno derivando non possono rifluire in cinismo o in un'arrendevolezza davanti alla realtà. Quanto a via Padova ci sarebbe da costruire invece un racconto opposto a quello che ci è stato proposto, che non sta dentro lo schematismo strumentale di chi criminalizza gli immigrati o di chi vede fallimenti nei processi di integrazione.

 

Non è così. E un tragico fatto di cronaca seguito dalla rabbia dei compagni della vittima non può capovolgere la realtà. Che è una realtà tutt'altro che perfetta, ma è fatta da tantissime persone che desiderano costruire una quotidianità diversa. Che nel "day by day" danno fiducia all'altro e non lo demonizzano.

 

Queste persone meritano non lo scetticismo con cui le abbiamo travolte, ma il suo contrario: quella speranza che la signora Giovanna ha, con semplicità, proposto a ciascuno.

 

(Anticipazione dell'editoriale di Vita in edicola)
© Riproduzione Riservata.