BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

YOUTUBE/ Video - Scontri all'Alcoa di Portovesme. Il direttore dello stabilimento investe il capo della Fiom

Pubblicazione:venerdì 5 febbraio 2010

DIRETTORE-SCONTRO-MANIFESTAZIONEr375.jpg (Foto)

LO SCIOPERO NEL CLIMA DI TENSIONE - Cgil, Cisl e Uil hanno indetto oggi lo sciopero unitario per protestare contro l’inefficacia delle azioni intraprese dal governo per contrastare la crisi che ha particolarmente flagellato l’isola e chiedere un nuovo piano di rinascita. Lo sciopero avviene in un contesto carico di tensione sociale. Ieri pomeriggi, davanti allo stabilimento Alcoa di Portovesme (Carbonia-Iglesias), una manifestazione ha generato pericolosi tafferugli e momenti di panico.

 

GLI OPERAI CONTUSI - In particolare, alcuni operai sono rimasti contusi e alcune auto danneggiate. Cinquecento lavoratori, di ritorno da Roma dopo la manifestazione di protesta e dopo l’incontro con il governo, hanno allontanato tre dirigenti dell'azienda tra i quali il direttore dello stabilimento. Ci sono stati scontri, dopo i quali, un operaio è stato portato al pronto soccorso per il timore di fratture al piede.

 

LA MACCHINA DEL DIRETTORE - Pare che il direttore dello stabilimento, mentre era in macchina, trovandosi di fronte ad una folla inferocita abbia cercato di forzare il blocco che, in preda all’esasperazione, lo stava circondando. E così ha investito il dirigente della Fiom del Sulcis (così è chiamata la zona della provincia di Carbonia-Iglesias), Franco Bardi, che è rimasto contuso. Il direttore è riuscito a lasciare la piazza dove stavano avvenendo i tafferugli, ma la sua auto è rimasta danneggiata

 

PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO CON IL VIDEO DI YOUTUBE

DEGLI SCONTRI ALL'ALCOA DI PORTOVESME,

CLICCA SUL SIMBOLO >> QUI SOTTO
 


  PAG. SUCC. >