BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MODA & POLEMICHE/ Dai calendari allo stalking. La modella: le insidie del nostro lavoro, e alle ragazze dico che...

Pubblicazione:

indossatrice_R375.jpg

Terry Richardson, fotografo tra i più quotati al mondo, autore del calendario Pirelli 2010 e dei primi scatti a Barack Obama durante le primarie del 2007, è accusato di molestie da alcune fotomodelle con cui ha lavorato.

 

La supermodella danese Rie Rasmussen, ad esempio, secondo cui Richardson chiederebbe prestazioni sessuali alle ragazze mandate dalle agenzie. Lui, dal suo sito ufficiale, nega tutto. E’ un caso che riporta a galla una situazione che nel mondo della moda e dello spettacolo di tanto in tanto fa capolino.

 

Così come lo stalking, la persecuzione ossessiva da parte dei fan, quella che ha subito Michelle Hunzinker fino alla condanna del personaggio che le mandava lettere minatorie a nove mesi di reclusione.

 

Michelle Hunzinker ha adesso dato vita a una vera e propria associazione in difesa delle vittime dello stalking. Un mondo malato, di inganni, quello in cui finiscono tante ragazze che vogliono lavorare nella moda o nella televisione? Un prezzo, quello per il successo, che bisogna comunque pagare a ogni costo? O è possibile una alternativa che permetta di vivere la propria passione senza cadere in certe situazioni?

 

Abbiamo chiesto un parere a Gloria Anselmi, modella, attrice, conosciuta al grande pubblico come letteronza di Mai dire Gol e inviata di Quasi Tg, il telegiornale satirico di Rocco Tanica (Elio e le Storie Tese).

 

Ambienti come quelli della moda o della televisione, apparentemente sinonimi di libertà, creatività, apertura mentale, sembra si dimostrino invece pericolose trappole dello sfruttamento.


  PAG. SUCC. >