BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

INNAMORARSI DI AHMADINEJAD/ In un libro la scrittrice italiana Silvia Valerio confessa il suo amore

"C'era una volta un presidente" è il libro della scrittrice 18enne Silvia Valerio. Che si dichiara pronta a concedersi ad Ahmadinejad

ahmadinejad_sguardoR375_25ago08.jpg (Foto)

SILVIA VALERIO MAHMOUD AHMADINEJAD - C’è chi trova il leader iraniano Ahmadinejad un tipo sexy. Nel suo libro “C’era una volta un presidente. Ius primae noctis”, la scrittrice 18enne Silvia Valerio sogna di perdere la verginità con lui. L’ultimo vero uomo rimasto, dice. Lontano dai modelli superficiali degli uomini di oggi. “Un eretico del nostro tempo” lo definisce. ancora “Nega l'olocausto; pensa di usare l'atomica; mette a tacere l'opposizione; minaccia l'America”. Anche se poi "non concede alle donne di sentirsi il vento tra i capelli".

Sembra di intravvedere, nelle dichiarazioni della giovane scrittrice, il gusto un po’ stantio della provocazione per la provocazione. E alcuni stereotipi sul “macho” che a quanto pare continuano a far capolino. Sarà la giovane età. Ma a lei Ahmadinejad piace perché il politico iraniano “non è né di destra né di sinistra. Il presidente mi sembra davvero l'unico che si comporta in un modo che va oltre le solite politiche di equilibrio. Per fare una metafora da circo lui, tra gli uomini di Stato, è un lanciatore di coltelli mentre gli altri solo dei clow". Probabilmente uno di quei coltelli, un po’ come la freccia di Cupido, si è conficcato nel cuore della giovane Silvia.

 

CLICCA SUL PULSANTE QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L'ARTICOLO SULLA PROVOCAZIONE DELLA GIOVANE SILVIA VALERIO SU MUHAMMUD AHMADINEJAD