BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PAPA/ Il New York Times: Ratzinger e Bertone insabbiarono il caso Murphy. La replica del Vaticano: i media forzano i fatti in maniera strumentale

Pubblicazione:

card_joseph_ratzinger_R375.jpg

L’OSSERVATORE ROMANO RISPONDE ALLE ACCUSE DEL NEW YORK TIMES – Anche l’Organo editoriale della Santa Sede, l’Osservatore Romano ha risposto alle accuse di insabbiamento mosse contro il Vaticano dal New York Times. «La tendenza prevalente nei media – si legge sull’Osservatore Romano - è di trascurare i fatti e di forzare le interpretazioni al fine di diffondere un'immagine della Chiesa cattolica quasi fosse l'unica responsabile degli abusi sessuali» Secondo il quotidiano, sarebbe un’immagine che «non corrisponde alla realtà» indirizzata unicamente «all'evidente e ignobile intento di arrivare a colpire, a ogni costo, Benedetto XVI e i suoi più stretti collaboratori». Netta la posizione sul caso di padre Murphy, sul quale «non vi è stato alcun insabbiamento», spiega l’Osservatore Romano. «I criteri che Benedetto XVI con costanza e serenità sta indicando a tutta la Chiesa - continua l’Osservatore Romano - sono trasparenza, fermezza e severità nel fare luce sui diversi casi di abusi sessuali commessi da sacerdoti e religiosi».

 

 

SECONDO L’OSSERVATORE ROMANO SONO IN ATTO STRUMENTALIZZAZIONI CONTRO BENEDETTO XVI - L’Osservatore Romano, nel rispondere alle accuse mosse dal  Times contro Benedetto XVI e il cardinale Bertone, afferma chiaramente che «il modo di operare» dl Papa «è coerente con la sua storia personale e con l'ultraventennale attività come prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede». Per l’Osservatore Romano, le false accuse al pontefice hanno un’origine strumentale. Il modo di operare di Ratzineger «evidentemente – conclude l’Osservatore Romano – è temuto da chi non vuole che si affermi la verità e da chi preferirebbe poter strumentalizzare, senza alcun fondamento nei fatti, episodi orribili e vicende dolorose risalenti in alcuni casi a decine di anni fa».



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.