BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PAPA/ Parla p. Brundage. All’epoca dei fatti era il presidente del collegio che giudicò Murphy

Pubblicazione:giovedì 1 aprile 2010

card_joseph_ratzinger_R375.jpg (Foto)

IL RUOLO DELL’ALLORA CARDINAL RATZINGER - Anche sul ruolo dell’allora cardinal Ratzinger padre Brundage chiarisce la imprecisioni del New York Times, ricordando come fu «parte della soluzione». Infatti, quando Ratzinger iniziò a occuparsi personalmente dei casi di abusi sessuali da parte di esponenti del clero ci fu «un notevole cambiamento». Prima del 2001, ricorda padre Brundage, «la maggior parte dei casi di abuso sessuale in appello andavano a finire alla Sacra Rota Romana e i casi tendevano a restare sospesi lì a lungo». Dopo, da quando si introdusse la prassi di inviarli alla Congregazione per la Dottrina della Fede «c’è stata subito un’immediata differenza. I casi sono stati trattati velocemente e correttamente, rispettando i diritti di tutti» afferma padre Brundage , ricordando che «come Papa nessuno ha fatto quello che ha fatto Benedetto XVI, parlando pubblicamente della vergogna della Chiesa a causa di tutto questo e dello schifo dell’intera questione dell’abuso dei bambini, specialmente da parte di un prete»



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.