BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SINDONE/ Lo Uaar presenta una seconda Sindone. Il direttore del centro di Sindonologia: "risultati diversi dall'originale"

In contemporanea con l’inaugurazione ufficiale dell’ostensione della Sindone di Torino, il circolo UAAR – l’Unione degli atei razionalisti agnostici - di Livorno ha organizzato l’ostensione di una seconda “Sindone”, realizzata dal prof. Luigi Garlaschelli.

sindoneR375_09apr09.jpg (Foto)

In contemporanea con l’inaugurazione ufficiale dell’ostensione della Sindone di Torino, il circolo UAAR – l’Unione degli atei razionalisti agnostici - di Livorno ha organizzato l’ostensione di una seconda “Sindone”, realizzata dal prof. Luigi Garlaschelli.

Leggi anche: SINDONE TORINO/ Il Giornale: Errori di calcolo nel test al carbonio che stabilì che il telo era un falso

La tesi di fondo, per lo Uaar, è che quella esposta a Torino sia semplicemente un’opera d’arte. Secondo l’Uaar, il volto impresso sulla Sindone sarebe troppo poco macchiato. Mentre, in presenza di sangue, ci dovrebbero essere molte più macchie. Per realizzare la Sindone, l’artista avrebbe usato un bassorilievo per rappresentare un volto riconoscibile dai pellegrini.


Leggi anche: SINDONE/ David Rolfe (BBC): gli scienziati di Repubblica hanno torto

Secondo l’Uaar, inoltre, la datazione derivata dalla prova del carbonio, avrebbe dimostrato che la Sindone risale al 1300. E che quindi si debba escludere che possa trattarsi del telo che ha contenuto il corpo di Cristo.

PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO CON IL VIDEO DI YOUTUBE DELLA SECONDA SINDONE, CLICCA SUL SIMBOLO >> QUI SOTTO


COMMENTI
17/04/2010 - cari atei irrazionalisti nonchè agnostici (Antonio Servadio)

“La teoria non impedisce ai fatti di verificarsi." (Sigmund Freud)