BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

RIMBORSI BIGLIETTI AEREI/ Tutto quello che deve sapere chi è rimasto a terra: diritti dei passeggeri, assistenza

Ryanair_AereoR375.jpg (Foto)

Il passeggero poi ha diritto all’assistenza a terra. Nel caso infatti che il passeggero scelga l'imbarco su un volo alternativo il prima possibile, “nel periodo di attesa  - continua il comunicato Enac - il passeggero ha diritto a ricevere: pasti, bevande, adeguata sistemazione alberghiera, trasferimenti da e per l'aeroporto, due chiamate telefoniche”.

Enac conclude dicendo che in una situazione come quella attuale, “trattandosi di cancellazioni derivanti da circostanze eccezionali il passeggero non ha diritto invece alla compensazione pecuniaria e ad eventuali risarcimenti danni”.

 

RIMBORSO, NON RISARCIMENTO - In altre parole: in caso di condizioni meteorologiche avverse, come quella dell’immensa nuvola di polveri proveniente dall’Islanda, trattandosi di eventi naturali le norme comunitarie prevedono il rimborso del biglietto ma non la compensazione pecuniaria, cioè un risarcimento danni, variabile tra i 250,00 e i 600,00 euro a seconda della distanza coperta, che spetta al passeggero in caso di cancellazione del volo a causa di disservizi aeroportuali o delle compagnie aeree  - come ad esempio l’impossibilitata partenza per overbooking.

 

Clicca >> qui sotto per continuare l’articolo su diritti dei passeggeri, rimborso, assistenza a terra in caso di stop ai voli