BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

RIMBORSI BIGLIETTI AEREI/ Tutto quello che deve sapere chi è rimasto a terra: diritti dei passeggeri, assistenza

Ryanair_AereoR375.jpg(Foto)

Ricordiamo che la compensazione pecuniaria infatti non è dovuta se la compagnia aerea riesce a provare che la cancellazione del volo è stata causata da circostanze eccezionali (proprio come le avverse condizioni meteo: è questo il caso, ma anche allerta sicurezza, o scioperi in corso); se il passeggero è informato della cancellazione 1) con almeno due settimane di preavviso; 2) nel periodo compreso tra 2 settimane e 7 giorni prima della data di partenza, e nel caso in cui venga offerto un volo alternativo con partenza non più di due ore prima rispetto all’orario originariamente previsto e con arrivo presso la destinazione finale al massimo quattro ore dopo l’orario originariamente previsto 3) meno di sette giorni prima e nel caso in cui venga offerto un volo alternativo con partenza non più di un’ora prima dell’orario.

 

COSA PREVEDE L’ASSISTENZA A TERRA - Ma torniamo all’assistenza che le compagnie devono assicurare al passeggero. Essa consiste in: pasti e bevande, secondo la durata dell’attesa; sistemazione in albergo adeguata, nel caso di pernottamento/i; trasferimento dall’aeroporto al luogo di sistemazione e viceversa; due chiamate telefoniche o messaggi via telex, fax o e-mail.

 

Clicca >> qui sotto per continuare l’articolo su diritti dei passeggeri, rimborso, assistenza a terra in caso di stop ai voli